Sito dei Giornalisti Uffici Stampa News   Milano 20/4/2018 6:32:09 PM
Vai alla Homepage

GIORNALISTI  UFFICI  STAMPA  DELLA  LOMBARDIA

ABOLIRE IL TARIFFARIO DELL'ORDINE

La richiesta ufficiale è stata presentata dall'Antitrust.

Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti è stato convocato lo scorso 3 maggio scorso dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato, nell’ambito dell’indagine conoscitiva avviata ad inizio d’anno, per verificare l’adeguamento degli ordini professionali ai principi di concorrenza.


Nel corso dell’audizione l’Antitrust ha preso atto che le norme deontologiche dell’Ordine non contengono alcun divieto in materia di pubblicità delle attività giornalistiche e di costituzione di società interdisciplinari tra gli iscritti.

Per l'Autorità l ’esistenza di un Tariffario di compensi minimi sia pure “non inderogabili” produce l’effetto di uniformare i comportamenti di mercato degli iscritti in merito al prezzo di vendita del servizio.

In pratica la fissazione di tariffe costituisce una restrizione della concorrenza tra gli operatori del settore, essendo una indicazione volta ad uniformare il prezzo di vendita del servizio e ad alterare il libero gioco della concorrenza.

Da qui la richiesta all'Ordine della sua definitiva abolizione.

Nonostante sia stato fatto presente dalla rappresentanza del Consiglio "che in realtà il tariffario assolve principalmente allo scopo di difendere una posizione contrattuale debole come quella del giornalista che svolge spesso, in regime di precarietà e di sfruttamento, una prestazione autonoma che solo fittiziamente può essere qualificata come servizio d’impresa".

Tale richiesta sarà presa in esame dal nuovo Consiglio nazionale che risulterà eletto a fine maggio. (FM)


Versione stampabile


 

Invia la pagina ad un amico

Inserisci il tuo indirizzo e-mail:
Inserisci il tuo nome:
Invia all'indirizzo
e-mail:
 

Commenti: