Sito dei Giornalisti Uffici Stampa News   Milano 17/8/2018 9:14:39 PM
Vai alla Homepage

GIORNALISTI  UFFICI  STAMPA  DELLA  LOMBARDIA

IL TRIBUNALE CONDANNA L'ARAN A CONVOCARE LA FNSI

Un grande applauso ha accolto l'annuncio dato dal segretario generale della Fnsi, Paolo Serventi Longhi, al congresso statutario riunito a Roma, della decisione del Giudice del Lavoro, Gualtiero Michelini, che ha riconosciuto “il diritto della Fnsi a partecipare alle trattative relative all'individuazione ed alla regolamentazione dei profili professionali negli Uffici stampa presso le Pubbliche amministrazioni”.


Cade, in questo modo, ogni alibi dell'Aran (Agenzia per la rappresentanza negoziale nella Pubblica amministrazione) relativamente all'esclusione del sindacato dei giornalisti italiani dal tavolo della trattativa per la definizione del profilo professionale degli addetti e dei capi Ufficio stampa della Pa.
Nell'esprimere grande soddisfazione la Federazione nazionale della stampa ringrazia il collegio dei legali composto dal professor Franco Carinci, ordinario del Diritto del Lavoro dell'Università di Bologna, e dall'avv. Bruno Del Vecchio, del Foro di Roma.
Si tratta di un significativo risultato frutto anche della grande mobilitazione della categoria tutta e dei colleghi degli Uffici stampa pubblici e privati.
La Fnsi auspica che ora vi sia un ripensamento da parte di quelle organizzazioni sindacali che si sono fin qui opposte al buon diritto del sindacato dei giornalisti di essere presente alla trattativa che riguarda i propri rappresentati così come stabilisce la legge 150 del 2000.
E' un grande successo - ha dichiarato il Presidente Nazionale del GUS Gino Falleri - del nostro Sindacato e dell'impegno profuso dal Segretario Generale Paolo Serventi-Longhi e dei singoli GUS regionali e del Consiglio Nazionale del GUS.
Anche il mondo politico non era rimasto impassibile all'immobilismo dell'ARAN tantè che da quasi tutti gli schieramenti erano state presentate al Governo numerose interpellanze sia al Senato che alla Camera dei Deputati.
Su questo tema si è svolta il giorno dopo, venerdì 28 ottobre 2005, nella Sala “Walter Tobagi” della Fnsi, una conferenza stampa del Segretario Generale della Federazione, Paolo Serventi Longhi, del Presidente della Fnsi, Franco Siddi, del Presidente del Dipartimento Uffici stampa della stessa Fnsi, Mimmo Castellano, e del Presidente del Gruppo giornalisti Uffici stampa (Gus), Gino Falleri

La Federazione Nazionale della Stampa Italiana (FNSI) aveva deciso di denunciare, nel 2004, alla Magistratura del lavoro l'Agenzia per la contrattazione nel pubblico impiego (l'Aran), per non aver aperto la trattativa per il primo contratto dei giornalisti degli Uffici stampa della Pubblica Amministrazione.
Lo aveva annunciato il Segretario Generale Aggiunto della FNSI, Giovanni Rossi, intervenendo in un  dibattito nell'ambito del Forum nazionale sulla Pubblica amministrazione, svoltosi negli stands della Fiera di Roma nel maggio 2004.

La legge 150/2000 sull'attività d'informazione e di comunicazione nella Pubblica amministrazione – ricordò Rossi in quella occasione – prevede l'attivazione di una speciale area contrattuale per i giornalisti degli Uffici stampa pubblici, con la presenza delle organizzazioni maggiormente rappresentative della categoria e, quindi, della Fnsi, sindacato unico ed unitario dei giornalisti italiani.
La Federazione Stampa aveva inviato al Presidente dell'Aran, avv. Guido Fantoni, una lettera con la quale si richiedeva, per l'ennesima volta, la formale apertura del negoziato, in assenza del quale avrebbe presentato ricorso alla Magistratura.
La sentenza emessa il 27 ottobre 2005 ci auguriamo sia il primo di tanti riconoscimenti a favore di tutti quei Giornalisti che con onestà e professionalità lavorano quotidianamente negli Uffici Stampa di tutta Italia, garantendo una libera informazione a tutti i cittadini.


Versione stampabile


 

Invia la pagina ad un amico

Inserisci il tuo indirizzo e-mail:
Inserisci il tuo nome:
Invia all'indirizzo
e-mail:
 

Commenti: